Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Logo Sigo

Fondata il 22 Novembre 1892 dal Prof. Ercole Pasquali Ente Morale con Decreto Regio n. 3512 del 24 Dicembre 1928

Logo 125° Anniversario Sigo
Logo Italcert

Fondata il 24 Novembre 1892 dal Prof. Pasquale Ercoli Ente Morale con Decreto Regio n. 3512 del 24 Dicembre 1928

Logo Italcert

Certificato n. 597SGQ01
Norma UNI EU ISO 9001:2015

Sesso, da oggi disponibile anche in Italia Jaydess

28 maggio 2014

L’annuncio a Lisbona, al Congresso della Società europea che riunisce oltre 5.000 ginecologi

 

SESSO, DA OGGI DISPONIBILE ANCHE IN ITALIA JAYDESS

‘È LA CONTRACCEZIONE INTRAUTERINA SMART CAMPIONE NEGLI USA’

La prof.ssa Dubini: “Le sue dimensioni ridotte (è il sistema più piccolo al mondo) e la bassa dose di ormoni la rendono più efficace e adatta alle donne di tutte le età”. Il Presidente SIGO Scollo: “In Italia troppa ignoranza: 4 adolescenti su 10 affrontano la prima esperienza senza alcuna protezione”.

 

Lisbona, 28 maggio 2014 – Si chiama Jaydess ed è il nuovo sistema intrauterino che ha già riscosso un grande successo da campione negli Stati Uniti, con un livello di soddisfazione del 95%. Arriva da oggi anche in Italia ed è “smart” perché assicura la maggiore efficacia e rilascia a livello locale il minimo dosaggio possibile di ormoni, liberando la donna dalla routine contraccettiva. L’annuncio viene dal 13° Congresso della European Society of Contraception and Reproductive Health (ESC), che si svolge fino a sabato a Lisbona. “Jaydess garantisce una serena sessualità a tutte – afferma la prof.ssa Valeria Dubini, Consigliere Nazionale della Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia (SIGO) -. Grazie alle sue caratteristiche e alle dimensioni ridotte (è il sistema intrauterino più piccolo al mondo) è adatta alle donne di tutte le età, anche le più giovani e le piu’ …distratte. Inoltre, non provoca un aumento di peso. Dopo che è stata inserita nell’utero dal ginecologo, con una semplice procedura, assicura un’altissima protezione fino a tre anni. E poi si può rimuovere in qualsiasi momento e il ritorno alla fertilità è immediato. Questo metodo mantiene inalterata la funzionalità ovarica della donne, e agisce localmente impedendo la risalita degli spermatozoi”. “Ora possiamo offrire alle nostre assistite un nuovo ed efficace metodo -: aggiunge il prof. Paolo Scollo, Presidente Nazionale SIGO -. Nel nostro Paese è ancora forte l’ignoranza: il 30% delle giovani ritiene che il coito interrotto sia un efficace sistema contraccettivo. E 4 su 10 affrontano la prima esperienza sessuale senza nessuna protezione. Il risultato? Nel 2012 abbiamo avuto oltre 105.000 aborti e il 40% delle gravidanze totali era indesiderato. La nostra Società scientifica da anni è impegnata in progetti di educazione sessuale per i giovani. Ma serve anche da parte delle Istituzioni italiane ed Europee un maggiore impegno a promuovere un cambiamento culturale che favorisca la sessualità consapevole tra le donne”.

 

“Al Congresso è stata presentata una ricerca internazionale condotta in 17 Paesi, Italia compresa, su poco meno di 9.000 donne (8.837), che evidenzia ancora numerose lacune delle italiane sui temi della contraccezione – sottolinea il prof. Emilio Arisi, Presidente della Società di Medicina Italiana della Contraccezione (SMIC) -. Solo il 16% sostiene di sentirsi ben informata su tutti i metodi a disposizione, il 70% sotto i 30 anni è costantemente preoccupata di dimenticarsi il contraccettivo in uso e il 19% ha affrontato una gravidanza indesiderata. L’altro dato interessante è che l’87% delle donne in Italia prenderebbe in considerazione una contraccezione “fit & forget” (“metti e dimentica”). Questi dati devono farci riflettere. La scelta di quale metodo usare – prosegue Arisi – deve tenere conto sia delle condizioni generali di salute ma anche delle esigenze e caratteristiche personali. Ed è compito del ginecologo informare la donna. Purtroppo una su 5 non ha mai parlato con il proprio medico di contraccezione. Finalmente, anche nel nostro Paese abbiamo a disposizione sistemi contraccettivi intrauterini di ultima generazione. Inoltre Jaydess può essere tranquillamente utilizzata anche dalle donne che non hanno mai avuto figli. Il costo di questo nuovo metodo equivale a circa 4 euro al mese”. Il ricorso all’aborto e la sua prevenzione è uno dei temi forti al centro del 13° Congresso dell’ESC, cui l’Italia, con la SIGO, gioca un ruolo di primo piano. “In tutto il mondo una gravidanza su cinque termina in un aborto – conclude il prof. Scollo -. In Europa le fasce di popolazione più esposte ai rischi derivati da comportamenti sessuali pericolosi sono i giovani. In Italia la situazione è aggravata dal fatto che, a differenza di altri Paesi, l’educazione sessuale non è una materia scolastica obbligatoria. Solo il 16% delle ragazze italiane ha seguito lezioni in classe da insegnanti o medici. Come SIGO abbiamo promosso “Scegli Tu”, il primo progetto nazionale di educazione a una sessualità responsabile, ormai attivo da dieci anni”.

 

 

Ufficio stampa 
Intermedia
intermedia@intermedianews.it
030.226105 – 348.7637832 -335.265394

  

Tweet

Area Soci

User ID

Password

Seguici su

Sigo APP

  • Disponibile su Google Play
  • Disponibile su App Store
Back to Top