Questo sito prevede l‘utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioniOK
Logo Sigo

Fondata il 22 Novembre 1892 dal Prof. Ercole Pasquali Ente Morale con Decreto Regio n. 3512 del 24 Dicembre 1928

Logo 125° Anniversario Sigo
Logo Italcert

Fondata il 24 Novembre 1892 dal Prof. Pasquale Ercoli Ente Morale con Decreto Regio n. 3512 del 24 Dicembre 1928

Logo Italcert

Certificato n. 597SGQ01
Norma UNI EU ISO 9001:2015

Se aspetti un bambino, l’alcol può attendere

14 ottobre 2015

Campagna di informazione per prevenire i danni fetali legati al consumo di alcol in gravidanza

Se aspetti un bambino, l’alcol può attendere è una campagna di informazione realizzata dalla SIGO – Società Italiana di Ginecologia e Ostetricia – la più rappresentativa del settore in Italia, che promuove e favorisce gli studi in tutti i campi della ginecologia e dell’ostetricia ed in ogni altro settore ad essi collegato, e da AssoBirra – Associazione dei Produttori della Birra e del Malto.

Giunta alla sua terza edizione, la campagna ha l’obiettivo di sensibilizzare le donne sui rischi legati al consumo di alcol durante il periodo della gravidanza e su come prevenirli efficacemente, argomento delicato e ancora poco conosciuto nel nostro Paese.
In Italia, infatti, ogni anno, secondo dati ISTAT, in media più di 500 mila donne diventano madri. E se è vero che tra queste l’attenzione al consumo di alcol in gravidanza negli ultimi anni è cresciuta, è anche vero che la consapevolezza su questo tema non è ancora abbastanza.
Secondo la fotografia scattata dalla Doxa per AssoBirra ad aprile 2015, intervistando oltre 800 donne tra i 18 e i 44 anni (412 donne incinta e/o con figli piccoli e 425 a donne senza figli), il 65% delle donne che ha avuto un figlio sa che in quei mesi non bisogna bere alcol, anche se molte di loro non smettono del tutto. Lo conferma il fatto che 1 consumatrice su 3 non cambia abitudini o non conosce bene i limiti di rischio e il 67% non considera rischioso bere bevande alcoliche saltuariamente.

Per aumentare la conoscenza sul tema e continuare ad informare chi aspetta un figlio o sta provando ad averlo o chi ancora non sa quali siano i comportamenti corretti da adottare in gravidanza, AssoBirra e Sigo, da ormai 8 anni, organizzano periodicamente una Campagna di sensibilizzazione che lancia alle giovani future mamme un messaggio semplice e di prudenza: “Se aspetti un bambino o hai in programma di averlo, evita di bere alcolici e chiedi al tuo ginecologo informazioni sui rischi dell’alcol in gravidanza”.

Per ottenere un maggiore impatto, quest’anno la campagna farà informazione anche su alfemminile.com, la più grande community italiana rivolta al mondo delle donne, attraverso uno speciale dedicato alle future mamme e la consulenza di un ginecologo della SIGO.

Selezionata all’European Alcohol & Health Forum, “Se aspetti un bambino, l’alcol può attendere” ha ricevuto l’apprezzamento e il sostegno del Ministero della Salute, in quanto coerente con gli obiettivi governativi di riduzione dei danni alcol correlati, ottenendo il marchio Guadagnare Salute. È inoltre la prima campagna promossa in Europa su questo delicato tema dall’industria delle bevande alcoliche.

AssoBirra, consapevole dei rischi connessi all’abuso o all’uso scorretto di alcol, è da anni impegnata nel contribuire all’affermazione in Italia di un modello di consumo moderato e consapevole delle bevande alcoliche.

Tweet

Area Soci

User ID

Password

Seguici su

Sigo APP

  • Disponibile su Google Play
  • Disponibile su App Store
Back to Top